EDITORIA LOCALE: in Emilia-Romagna c'è una nuova legge che la sostiene

editoria

L’informazione libera e plurale è alla base della democrazia, ed è uno degli strumenti più efficaci di partecipazione attiva alla vita di comunità per i cittadini.

La legge regionale 11 del 23 giugno 2017, per questo, si propone di sostenere e tutelare lo sviluppo e la crescita del settore dell’editoria locale, per tendere verso un’informazione non standardizzata e di qualità, favorendo e rafforzando il pluralismo dei centri di informazione, in un’ottica di salvaguardia occupazionale e di contrasto della precarizzazione del lavoro giornalistico.

Molti sono gli strumenti messi in campo per raggiungere questi obiettivi:

  • il sostegno alle imprese per l’innovazione organizzativa e tecnologica
  • il sostegno per la realizzazione di prodotti giornalistici e informativi originali
  • gli incentivi per l’avvio di imprese da parte di giovani.

Vengono contemplati nella legge tutti gli ambiti del settore: testate stampate e online, radio, televisione e agenzie stampa.

La Regione istituirà un Elenco di Merito degli operatori economici che svolgono la propria attività nel campo dell’informazione locale. L’iscrizione all’elenco è volontaria e richiede il rispetto di alcuni requisiti elencati nella legge stessa.

Sono esclusi dagli incentivi gli editori di televendite, i media che trasmettono o promuovono programmi vietati ai minori o inerenti il gioco d’azzardo e le imprese riconducibili a partiti e movimenti politici, organizzazioni sindacali, professionali e di categoria.

Scarica il testo completo della legge cliccando QUI

Tags

Ti potrebbe interessare anche: