Covid, metti in sicurezza la tua impresa con i contributi della camera di commercio di Bologna

Si potrà fare domanda dal 15 giugno

La Camera di Commercio di Bologna stanzia 2 milioni e 500 mila euro per aiutare le piccole e medie imprese bolognesi a ripartire in sicurezza e tempi brevi per ottenere i contributi. Basterà la semplice presentazione delle spese sostenute in seguito alla emergenza Covid.

Ogni impresa potrà richiedere fino a 10.000 euro, per coprire la metà delle spese sostenute per ripartire. 

L‘intervento della Camera di commercio è stato progettato per comprendere un ventaglio molto ampio di spese per le quali può essere chiesto il contributo:

  • Spese per la ripartenza in sicurezza: interventi di sanificazione, acquisto disinfettanti, mascherine, divisori in plexiglass, termoscanner, contapersone, servizi di covid manager, soluzioni per ripensare l’organizzazione degli spazi di lavoro, fatture per energia, gas, acqua, telefonia, internet, acquisto pc o software per agevolare lo smart working, e così via come indicato nel bando
  • Spese per formazione e informazione sulla scurezza nei luoghi di lavoro: in tema di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, con particolare attenzione ai rischi di contagio epidemiologico, spese per consulenze e servizi per l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi, acquisto di materiali informativi, segnaletica sulle nuove procedure di sicurezza da rispettare e così via;
  • Spese per consulenze, servizi e software per la prevenzione della crisi di impresa: come quelle sostenute per servizi di assistenza per la predisposizione e l’invio della richiesta di moratoria su finanziamenti in essere concessi da banche e società finanziarie e per nuovi finanziamenti da parte di banche e società finanziarie, comprese anche le procedure per l’accesso alle garanzie statali del Fondo Centrale di Garanzia e di SACE.

Il contributo della Camera di commercio è rivolto al 50% delle spese sostenute dal primo febbraio alla data dell’invio della domanda.

 

Le domande possono essere presentate a partire dalle 9 di lunedì 15 giugno 2020 fino all’esaurimento del fondo.

 

I contributi verranno erogati in base ai costi sostenuti risultanti da fatture emesse e pagate tra l'1 febbraio 2020 ed il giorno di invio della richiesta, con liquidazione in base all’ordine cronologico di ricezione delle domande.

 

Approfondisci tutte le informazioni utili per presentare domanda

Ti potrebbe interessare anche: