Energia e Ambiente

InstanTechnologies (BO)

La tecnologia di iNSTANTECHNOLOGIES, grazie a un motore semantico proprietario, è in grado di lavorare anche con dati limitati, permettendo ad aziende di qualsiasi dimensione e di qualsiasi settore di implementare sistemi di Intelligenza Artificiale ai loro prodotti.

Con oltre 20 anni di esperienza in campo AI, iNSTANTECHNOLOGIES è una delle poche società private di AI in Europa con tecnologie interamente proprietarie.

Neurality srl (RN)

Neurality ha realizzato un SAAS per l'analisi di immagini e video tramite tecniche di intelligenza artificiale con lo scopo di estrarre informazioni cruciali per i business in cui vengono utilizzate.

Dopo essere state applicate con successo in ambito medicale, le tecniche di Neurality si stanno espandendo in altri mercati come quello Industriale e Agrofood.

Fluence (BO)

FLUENCE S.r.l. è una start- up innovativa nata nel 2017 da un’'idea, da un progetto e da un obiettivo fondamentale dei soci: ridurre drasticamente l'impatto ambientale.

Dopo anni di ricerche, studi e sviluppo, Fluence ha sviluppato una tecnologia ad alta efficienza energetica basata sulla Cavitazione in fase di brevettazione: il sistema InFluenceR.

Rippotai (RN)

Rippotai coniuga elementi sensoriali come la vista e l’udito, con una filosofia basata sull’eco-design e l’utilizzo di materiali riciclabili e riciclati.

L’attività di Rippotai si orienta dunque su due canali:

  • quello dell’arredamento
  • quello del design sonoro

Architetta, progetta e commercializza elementi di arredo (per spazi privati, per uffici o altro) realizzati tutti in materiale eco-sostenibile senza l’utilizzo di colle o altri elementi per l’assemblaggio.

NIS Materials (BO)

NIS Materials srl, acronimo di “Nature Inspired Smart Materials”, è una startup che si occupa di ricerca scientifica, produzione e vendita di innovativi prodotti e principi attivi a base di materiali avanzati e biomateriali ottenuti tramite una tecnologia proprietaria, studiandone e mettendone a punto, oltre al processo produttivo, anche le potenziali applicazioni seguendo tutte le fasi: dalla ricerca di base all’industrializzazione - grazie al suo laboratorio NIS LAB - fino alla produzione e commercializzazione.

Nanoproject (FE)

Nanoproject è un’impresa innovativa e altamente specializzata nello sviluppo e utilizzo delle nanotecnologie.

Le nanotecnologie conferiscono importanti caratteristiche e nuove proprietà ai materiali trattati superficialmente oltre che migliorie a livello di prodotto e processo.

L’azienda, attraverso brevetti e tecnologie proprietarie, implementa costantemente nuove applicazioni nei più svariati ambiti, quali quelli industriale, civile, automotive, navale, commerciale, edile.

NICOLAZZARO (PR)

La neo impresa si occupa di progettazione, produzione e commercializzazione di complementi d’arredo e di moda, con sviluppo di innovazioni in fisica applicata attraverso l’utilizzo di polimetilmetacrilato, che, nel settore dei complementi ad uso illuminazione, sono volte anche allo sviluppo delle proprietà ottiche, per una una migliore ottimizzazione delle capacità illuminanti nel rispetto dei limiti e dettami normativi.

Lac2Lab (BO)

Le colture cellulari, ovvero la coltivazione di cellule in vitro, sono una tecnologia ampiamente utilizzata a livello mondiale nel campo della farmaceutica, della cosmetica, della diagnostica e della ricerca, ed è il siero fetale bovino (FBS) ad essere normalmente utilizzato come fonte di nutrimento. Il suo utilizzo presenta però delle limitazioni legate al costo elevato e in continuo aumento e inoltre il processo di produzione, localizzato principalmente al di fuori del continente europeo, presenta limiti etici.

Celestino s.r.l.s. (PR)

La neo impresa ha sviluppato e commercializza CELESTINO, dispositivo intelligente dotato di micro sensori che permettono il monitoraggio della quantità e della qualità di due fluidi in particolare: la risorsa idrica domestica (linea AGUA) e il carburante (linea FUEL).

Celestino permette quindi il miglioramento della qualità delle emissioni in atmosfera grazie al controllo della reale composizione del carburante immesso nel serbatoio, oltre a ridurre il consumo idrico potabile tramite controllo delle quantità consumate.