fUNDER35: un milione di euro per l'impresa culturale giovanile

È online la terza edizione del bando promosso da 10 fondazioni bancarie di tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di sostenere l’impresa culturale giovanile. La deadline per presentare le domande è il 16 giugno 2014.

fUNDER35 intende selezionare le migliori imprese giovanili che operano in campo culturale e accompagnarle nel percorso verso la sostenibilità, per un periodo massimo di tre anni. Il contributo sarà quindi un incentivo destinato a un numero limitato di soggetti che, oltre a distinguersi per la qualità dell’offerta culturale e alla corretta politica del lavoro, si prefiggono chiari obiettivi di sostenibilità economica, tramite specifici progetti di miglioramento.

Il bando è rivolto alle imprese nonprofit di natura privata operanti e aventi sede nei territori di riferimento delle Fondazioni aderenti. Le imprese, inoltre, devono essere attive da almeno due anni (al 15 aprile 2014) e impegnate in uno dei seguenti campi:

  • la produzione artistica/creativa in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle di ultima generazione;

  • i servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla protezione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

Per maggiori informazioni sui criteri di selezione, consultare il bando di fUNDER35. Per presentare la propria proposta c'è tempo fino al 16 giugno 2014.

fUNDER35 nasce come iniziativa sperimentale finalizzata al consolidamento del settore culturale giovanile dal punto di vista economico e organizzativo attorno cui hanno stabilito di concentrare le proprie risorse 10 fondazioni attive sull'intero territorio nazionale (Fondazione Cariplo, che si è assunta il ruolo di ente capofila, Fondazione Banco di Sardegna, Fondazione Cariparma, Fondazione Livorno, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna). L’impegno delle fondazioni è motivato dalla diffusa fragilità delle imprese culturali giovanili - aggravata dall’attuale crisi del bilancio pubblico - che si associa, peraltro, a una scarsa frequentazione dei cosiddetti “luoghi di cultura” da parte delle giovani generazioni.

Per maggiori informazioni e tutta la modulistica del bando, consultare la pagina dedicata al progetto sul sito della fondazione Cariplo, capofila del progetto.

Ti potrebbe interessare anche: