Insimili

Settore di applicazione
Smart Specialisation Strategy
Leadership in Enabling and Industrial Technologies

Insimili intende portare sul mercato un prodotto ad alto contenuto tecnologico che si propone di rivoluzionare il processo di selezione del farmaco, rendendolo più veloce ed efficace.

Infatti, portare un farmaco sul mercato richiede tempi lunghi (10-15 anni) e ha un costo esorbitante (€ 2.8 B). Su 10000 composti candidati, solo 20 superano gli studi in vitro e in vivo e di questi solo 1 supera la fase clinica e viene approvato e messo in commercio. Aumentare l’efficienza in questo processo e la percentuale di farmaci approvati comporterebbe un enorme risparmio di tempo e denaro per le aziende farmaceutiche e con ricadute positive su tutta la popolazione.

Insimili ha brevettato un dispositivo che permette di mimare l’ambiente chimico presente nel corpo umano superando le limitazioni dei modelli di sperimentazione tradizionali in vitro e in vivo. Il prodotto è direttamente integrabile nelle comuni plastiche di laboratorio, consentendo un’implementazione immediata da parte di aziende e istituti di ricerca.

Insimili si rivolge a case farmaceutiche, aziende biotecnologiche e istituti di ricerca.

Founder del progetto provengono tutti dall’Università di Bologna e sono la prof. Prof. Stefania Rapino, principale inventore della tecnologia; il Dr. Luca Bartolini, PhD; il Dr. Andreas Lesch esperto di device fabrication, già founder di uno spin-off biotech in Svizzera e il Dr. Marco Malferrari PhD in biologia, esperto di colture cellulari. Dell’advisory board sono parte i professori  Gastone Castellani e Francesco Zerbetto.  

Details

News