Bando Incredibol! 2019

Apertura: Aperto
Chiusura: 24 Settembre 2019

C’è tempo fino al 24 settembre per partecipare all’ottava edizione di INCREDIBOL! – l’INnovazione CREativa DI BOLogna, il progetto che sostiene lo sviluppo delle professioni e imprese culturali e creative nascenti dell’Emilia-Romagna offrendo contributi, spazi e servizi di accompagnamento.
Anche nel 2019 il progetto, coordinato dal Comune di Bologna in collaborazione con un’ampia rete di partner pubblici e privati e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, è aperto a tutta la regione, permettendo di aggiudicarsi contributi in denaro per un totale di € 150.000,00 e accedere ai servizi offerti dalla rete dei partner di progetto.

Obiettivi
Incredibol! ha lo scopo di sostenere lo sviluppo di progetti d’impresa in campo artistico, culturale e creativo, favorendo la crescita del settore in un’ottica di sostenibilità economica delle ‘imprese culturali e creative (ICC). In particolare il progetto Incredibol! intende incentivare progetti d’impresa ben definiti, che illustrino l’idea di sviluppo dell’attività professionale o imprenditoriale delineandone la strategia, il volume di affari, gli investimenti, gli effetti socialmente significativi previsti.

Ambiti ammissibili
L’ambito delle ICC ha visto negli anni susseguirsi una serie di definizioni di ambito a livello nazionale e internazionale. Ai fini del presente avviso, per poter meglio definire il perimetro delle attività ammissibili, si è ritenuto utile adottare il primo modello italiano descritto nel 2009 all’interno del Libro Bianco sulla Creatività (a cura di W. Santagata; indice e sommario scaricabile dal sito MIBAC) che, in sintesi, prevede tre macro-settori:
I. la cultura materiale (es. moda, design industriale e artigianato, industria del gusto);
II. la produzione e comunicazione di contenuti (es. software, editoria, TV e Radio, pubblicità, cinema);
III. il patrimonio storico-artistico (es. patrimonio culturale, musica e spettacolo, architettura, arte contemporanea).
Dato l’alto grado di interdisciplinarità che caratterizza il settore, questo modello è da ritenersi indicativo.

Le novità di quest’anno

  • In linea con le precedenti edizioni, il presente avviso prevede una sezione “START-UP” che ha come principali destinatari giovani creativi agli inizi dell’attività con un’idea imprenditoriale valida e già costituiti come impresa, come liberi professionisti o organizzati in una associazione.
  • Da quest’anno è istituita inoltre una nuova sezione denominata “INNOVAZIONE” dedicata a imprese, liberi professionisti, studi associati o associazioni che vogliano sviluppare progetti di innovazione di prodotto, servizio, processo, gestione, mercato o una combinazione di questi, in un’ottica di evoluzione della propria attività già consolidata, anche in collaborazione con realtà non appartenenti al settore creativo.
  • All’interno delle due sezioni, verranno selezionati almeno tre progetti in ambito musicale
  • Nell’ambito della sezione START-UP, nel quadro della collaborazione istituzionale tra il Comune e la Città metropolitana di Bologna, verrà selezionato un progetto intitolato alla memoria del responsabile dell’Ufficio Progetti di Impresa, “Antonio Barresi“, destinato ad imprese, liberi professionisti o studi associati con sede legale e operativa nell’ambito territoriale della Città metropolitana di Bologna.

Destinatari:
Possono presentare domanda imprese, liberi professionisti, studi associati, e associazioni attivi nel settore artistico, culturale e creativo.

SEZIONE START-UP
neo-imprese (indipendentemente dalla forma giuridica), che devono essere costituite da non più di 4 anni (rilevabile dalla data d’iscrizione al registro imprese) alla data di scadenza del presente avviso pubblico e l’età media dei soci deve essere inferiore ai 40 anni alla data di scadenza del presente avviso;
–  liberi professionisti che non abbiano ancora compiuto 40 anni alla data di scadenza del presente avviso e abbiano  iniziato l’attività (rilevabile dalla data di apertura della partita IVA) da non più di 4 anni alla data di scadenza del presente avviso;
studi associati composti da singoli professionisti che abbiano iniziato l’attività da non più di 4 anni (rilevabile dalla data di apertura della partita IVA) alla data di scadenza del presente avviso pubblico e i componenti devono avere un’età media inferiore ai 40 anni al momento della scadenza del presente avviso;
associazioni costituite da meno di 4 anni alla data di scadenza del presente avviso pubblico e da statuto devono risultare attive nei settori specificati al punto 2. Devono inoltre avere un organo di gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo, composto solitamente da Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere) costituito in maggioranza assoluta (50% più uno) da membri di età inferiore ai 40 anni, oppure le cui cariche principali (Presidenza e Vicepresidenza) in seno all’Organo di Gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo) devono essere ricoperte da membri di età inferiore ai 40 anni, già alla data del 1° luglio 2019.

SEZIONE INNOVAZIONE
Imprese (indipendentemente dalla forma giuridica), liberi professionisti, studi associati o associazioni, che si trovino in una fase di sviluppo del proprio business e che necessitino di sostegno all’innovazione di prodotto, servizio, processo, gestione, mercato o una combinazione di questi, in un’ottica di evoluzione della propria attività già consolidata, indipendentemente dall’età dei componenti o dalla data di inizio di attività.

IMPORTANTE: Tutti i soggetti (sezione start-up e sezione innovazione) devono avere sede legale e operativa nel territorio della Regione Emilia-Romagna alla data del 1° luglio 2019.

Limitazioni alla partecipazione e cause di esclusione:

  • i progetti già vincitori di precedenti avvisi Incredibol! per progetti d’impresa non possono partecipare alla presente selezione per la sezione “START-UP”, ma solo per la sezione “INNOVAZIONE”;
  • non sono ammissibili progetti che prevedano attività di somministrazione al pubblico, anche se in funzione secondaria e strumentale rispetto all’oggetto principale del progetto d’impresa o di sviluppo;
  • non sono ammessi a partecipare all’avviso i soggetti che si trovino in una delle cause di esclusione previste dalla normativa vigente per la stipulazione di contratti pubblici o che presentino una situazione di morosità nei confronti della Pubblica Amministrazione;
  • ciascun partecipante può presentare una sola domanda o rientrare in un solo progetto d’impresa e/o d’innovazione. In caso contrario, tutte le domande riconducibili al medesimo soggetto saranno escluse.

Opportunità per i vincitori:
Attraverso il presente avviso pubblico saranno assegnati contributi a fondo perduto per complessivi € 150.000,00, come di seguito dettagliato:
SEZIONE START-UP
11 progetti selezionati tra imprese, liberi professionisti, studi associati o associazioni, a cui verranno assegnati contributi in denaro per lo sviluppo dell’attività per un totale di € 110.000,00. Ciascun contributo è pari nel massimo ad € 10.000,00.
SEZIONE INNOVAZIONE
2 progetti selezionati tra imprese, liberi professionisti, studi associati o associazioni a cui verranno assegnati contributi in denaro per lo sviluppo del progetto di innovazione per un totale di € 40.000,00.
Ciascun contributo è pari nel massimo ad € 20.000,00.

In caso di ulteriore disponibilità di fondi nel corso dell’anno 2019, saranno finanziati altri progetti ammessi, in ordine di graduatoria.

Oltre ai contributi in denaro, vengono messe a disposizione dei soggetti selezionati diverse opportunità in base alla tipologia di progetto presentato e alle priorità indicate, ovvero:
a) uno sportello di affiancamento per la crescita del progetto e la definizione di attività su misura;
b) attività di informazione e formazione organizzate dalla rete dei partner di Incredibol!;
c) consulenze offerte dalla rete dei partner di Incredibol!;
d) attività di promozione, networking e comunicazione attraverso i canali online e off-line a disposizione del progetto Incredibol! e Bologna Città Creativa della Musica UNESCO, o grazie al coinvolgimento del Comune di Bologna in reti, attività e/o progetti nazionali ed internazionali;
e) partecipazione a bandi per l’assegnazione di spazi in comodato gratuito riservati ai vincitori delle diverse edizioni di Incredibol! (riservato esclusivamente ai soggetti selezionati nella SEZIONE START-UP);
f) eventuali ulteriori opportunità che si rendessero disponibili durante il periodo di affiancamento.

Contributi speciali

Nell’ambito della sezione START-UP, nel quadro della collaborazione istituzionale tra il Comune e la Città metropolitana di Bologna, verrà selezionato un progetto intitolato alla memoria del responsabile dell’Ufficio Progetti di Impresa, “Antonio Barresi“, destinato ad imprese, liberi professionisti o studi associati con sede legale e operativa nell’ambito territoriale della Città metropolitana di Bologna.
ll progetto sarà selezionato per la sua capacità di valorizzazione delle potenzialità artistiche, culturali, ambientali dell’area metropolitana bolognese e per la sua attinenza e coerenza con i temi indicati nelle linee guida pluriennali della Destinazione Turistica Bologna metropolitana e del Programma di Promo Commercializzazione turistica 2020.

Spese ammissibili

Sono ammesse a rendicontazione tutte le spese sostenute nel periodo compreso tra il 01/01/2019 e il 31/12/2020, strettamente e direttamente riferibili al progetto selezionato.

Non possono essere portate a rendiconto:
a) le spese sostenute per fornitura di beni e servizi da parte di società controllate e/o collegate al richiedente/beneficiario con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti e comunque tutte le spese riguardo alle quali si ravvisi una effettiva elusione del divieto di fatturazione fra imprese appartenenti “all’impresa unica” (ex art. 2 c. 2 del Regolamento (CE) n. 1407/2013) come specificato all’art. 11, c. 2.1, lettera b);
b) le spese in autofatturazione;
c) le spese per le quali si è chiesto e/o ottenuto il rimborso da parte di altri progetti e/o finanziamenti;
d) interventi per i quali si è chiesto e/o ottenuto il rimborso da parte di compagnie assicurative;
e) rimborsi a titolari/soci e amministratori.

Rendicontazione della spesa e valutazione di impatto
I beneficiari dei contributi sono tenuti a presentare la rendicontazione di tutte le spese sostenute, entro e non oltre il 31 gennaio 2021, secondo le indicazioni che saranno fornite dagli uffici amministrativi.
Verrà inoltre richiesta una relazione relativa alla valutazione d’impatto del progetto.

Modalità di presentazione della domanda

Le domande di partecipazione al presente avviso devono essere trasmesse esclusivamente compilando il modulo on-line relativo alla sezione prescelta, ai seguenti link, attivi dal 3 settembre:

SEZIONE START-UP: https://servizi.comune.bologna.it/bologna/Incredibol2019
SEZIONE INNOVAZIONE: https://servizi.comune.bologna.it/bologna/IncredibolRaf2019

Sarà possibile accedere e compilare i moduli online a partire dalle ore 9.00 del 3 settembre 2019.
La domanda dovrà essere completata in ogni sua parte ed inviata entro e non oltre le ore 13.00 del 24 settembre 2019. Farà fede l’orario di arrivo della domanda di partecipazione registrato dal server del Comune di Bologna.

Il modulo online deve essere compilato dal referente del progetto tramite le sue credenziali SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale.

ATTENZIONE: dal 24 luglio non vengono più rilasciate credenziali Federa. 
Gli utenti già in possesso di credenziali FedERa potranno ancora utilizzarle finchè il sistema FedERa rimarrà attivo. A tutti gli utenti FedERa verrà data la possibilità di convertire gratuitamente le proprie credenziali; le modalità operative del passaggio verranno comunicate ai singoli utenti. Per maggiori informazioni cliccare QUI


Per maggiori informazioni sull’attivazione delle credenziali si rimanda agli allegati “Istruzioni per la compilazione del modulo online” delle relative sezioni.

Criteri di valutazione:

SEZIONE START-UP
I progetti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:
1 – Qualità del progetto presentato in relazione a potenzialità di sviluppo, professionalità e grado di appartenenza al settore artistico, culturale e creativo (max 25 punti);
2 – Composizione del team di progetto (max 10 punti);
3 – Fattibilità tecnica e sostenibilità economica (max 25 punti);
4 – Ricadute economiche e/o sociali del progetto sul territorio e/o coerenza con le vocazioni territoriali (distretti produttivi, strategie di sviluppo regionale, caratteristiche socio-culturali) (max 10 punti);
5 – Grado di innovatività del progetto rispetto al contenuto creativo e/o all’interesse sociale (max 20 punti);
6 – Accuratezza, qualità e chiarezza della presentazione del progetto (max 10 punti);

SEZIONE INNOVAZIONE
I progetti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:
1 – Qualità del progetto presentato in relazione a potenzialità di sviluppo di nuovi prodotti, servizi, processi, gestione, mercati o una combinazione di questi, in un’ottica di evoluzione della propria attività già consolidata (max 25 punti);
2 – Grado di appartenenza al settore artistico, culturale e creativo (max 10 punti);
3 – Composizione del team di progetto (max 10 punti);
4 – Fattibilità tecnica e sostenibilità economica (max 25 punti);
5 – Ricadute economiche e/o sociali del progetto sul territorio in relazione all’attivazione di reti di collaborazione e partnership (max 10 punti);
6 – Presenza di connessioni fra settore creativo e settore tradizionale (attivazione dei cosiddetti ‘creative spillover’) (max 10 punti);
7 – Accuratezza, qualità e chiarezza della presentazione del progetto (max 10 punti).

L’idoneità, per entrambe le sezioni, è fissata in 60/100 punti. In caso di parità di punteggio si darà priorità ai soggetti con età media dei componenti più bassa.

Procedura di selezione e graduatoria

I partecipanti saranno selezionati da una commissione di esperti nominata dopo la scadenza del termine di presentazione delle domande. La commissione di valutazione potrà essere coadiuvata da una segreteria tecnica.
La commissione potrà, in fase di valutazione dei progetti, richiedere chiarimenti e approfondimenti ai partecipanti e avvalersi di consulenti esterni per acquisire eventuali chiarimenti su aspetti tecnici. La commissione, a conclusione delle attività di valutazione, formulerà una graduatoria di merito di tutti i progetti presentati. La graduatoria avrà validità per un periodo di 6 mesi dalla data di approvazione.

Comunicazione e esito e termini di conferma
L’esito della procedura di selezione sarà pubblicato sul sito del Comune di Bologna (www.comune.bologna.it/concorsigare/bandi) e ne sarà data specifica comunicazione a ognuno dei soggetti partecipanti.

Informazioni e contatti: Durante l’apertura dell’avviso pubblico, lo staff di Incredibol! riceve su appuntamento il martedì e mercoledì dalle 09.00 alle 13.00 per chiarimenti sulla compilazione delle domande. Si prega di richiedere l’appuntamento scrivendo a incredibol@comune.bologna.it
Per ogni informazione o chiarimento inerente il presente avviso è possibile scrivere a incredibol@comune.bologna.it oppure telefonare dal lunedì al venerdì ore 10.00 alle ore 13.00 al numero dedicato 051 2194747 che sarà attivato dal 26 agosto 2019.  Si consiglia, inoltre, di consultare periodicamente il sito www.incredibol.net per aggiornamenti.

Scarica il bando Incredibol! dal sito del Comune di Bologna cliccando QUI

ATTENZIONE: sarà possibile accedere e compilare i moduli online a partire dalle ore 9.00 del 3 settembre 2019

Scarica l'approfondimento per la compilazione del modulo - sezione STARTUP QUI

Scarica l'approfondimento per la compilazione del modulo - sezione INNOVAZIONE QUI

FAQ – INCREDIBOL! ottava edizione 2019

Domanda: I soggetti per i quali l'IVA rappresenta un costo (es: liberi professionisti e ditte individuali con regime forfettario, associazioni, ecc...), essendo indetraibile, come possono indicare questa situazione nel piano economico?
Risposta: E' possibile inserire nei costi di gestione e nei costi di investimento le somme comprensive di IVA, segnalando però nella parte descrittiva del modulo denominata "COSTI DI INVESTIMENTO" e "COSTI DI GESTIONE" che è stato seguito questo procedimento con una frase del tipo "Le spese inserite sono con IVA, essendo indetraibile, ". In caso di spese di investimento o di gestione sostenute in regime forfetario, occorrerà seguire le indicazioni fornite in apposita faq di seguito riportata.

Domanda: Come è possibile inserire nel conto economico le spese di investimento e di gestione in caso di regime forfettario, dato che è possibile detrarre a forfait come spese soltanto una percentuale sui ricavi?
Risposta: E'possibile inserire in aggregato in una unica voce classificata come spesa di gestione (denominata ad esempio “spese complessive”) un valore forfettario definito in base alla percentuale fissa ammessa fiscalmente in detrazione calcolata sui ricavi attesi (comprendente sia spese di investimento soggette ad ammortamento che spese di gestione), indicando il particolare regime nel documento esplicativo del conto economico.

 

Ti potrebbe interessare anche: