Jarvis, il maggiordomo robot, vola a Las Vegas

immagine

IOOOTA S.r.l. di Bologna con il suo Jarvis è tra le 10 realtà italiane selezionate da ICE-Agenzia, con il patrocinio del ministero dello Sviluppo Economico, a partecipare alla prima missione italiana, “Made in Italy — The Art of Technology” al Consumer Electronics Show (CES 2018) di Las Vegas dal 9 al 12 Gennaio 2018, la più grande fiera mondiale di prodotti tecnologici di consumo. Ed è qui che Jarvis porterà alto il nostro “made in Italy” con un oggetto non solo tecnologico, ma anche dal design ricercato.

Nello slogan internazionale di IOOOTA S.r.l. — “Let your things speak” — è contenuta l’essenza della startup tutta italiana, premiata nei mesi scorsi in diverse occasioni in ambito IoT (Internet delle Cose) e che ad oggi ha già ottenuto un importante primo finanziamento da quasi 700 mila euro.

Jarvis, la piattaforma tecnologica creata dal team formato da 4 ragazzi, tutti di età compresa tra i 32 ed i 37 anni, ma con diverse competenze — Luca Degli Esposti, Roberto Pierpaoli, Riccardo Malatesta, Alan Alberghini — permette all’utente di gestire i dispositivi che lo circondano e di farli letteralmente parlare ed interagire tra loro. Questo semplifica la vita, la rende più sicura, confortevole, con un occhio di riguardo “green” che fa risparmiare energie, tempo e denaro.

Cosa fa e come lo fa
Jarvis, questo il nome del “robottino” intelligente per la casa e l’ufficio, fa sì che l’utente possa gestire e controllare in modo davvero semplice, diretto e ovunque si trovi (dal letto così come dall’altra parte del mondo), parametri importanti come il risparmio energetico, il controllo dei consumi, la sicurezza dei propri spazi e quella delle persone care. Riesce a intervenire in tempo reale in situazioni che, per fretta o distrazione, possono capitare. O fare cose molto più semplici, come regolare l’intensità dell’illuminazione, il comfort, l’accensione e lo spegnimento di dispositivi elettronici, persino in maniera automatica.

Tutto ruota attorno a Jarvis, di base proposto all’interno di un kit di dispositivi “intelligenti” già presenti sul mercato, dove non servono installatori o tecnici particolari per integrarli nelle case e negli uffici di oggi. Dispositivi nati e pensati per il risparmio energetico, la sicurezza, l’intrattenimento. Jarvis inoltre, è pensato per essere collegabile anche in futuro: a nuovi servizi, oggetti, sensori, elettrodomestici, contatori e dispositivi elettronici di marche diverse.

Se usciamo di casa e ci dimentichiamo le luci o la TV accesa, Jarvis ce lo segnala sul cellulare e li spegne per noi.
Se rileva un’apertura anomala e non preventivata di una porta o una finestra (ad esempio mentre i proprietari di casa sono al lavoro), avverte in tempo reale inviando una notifica di allarme sul cellulare di tutti i destinatari che il proprietario stesso ha deciso di informare nel caso accada questo tipo di evento. A quel punto, si è sempre liberi di decidere se verificare di persona o incaricare altri al posto nostro, ad esempio un istituto di vigilanza convenzionato con Jarvis stesso o con la nostra assicurazione.
Ma non basta. Jarvis è infatti già capace di riconoscere eventuali altri incidenti domestici come incendi, fughe di gas, allagamenti e movimenti sospetti all’interno dell’abitazione o dell’ufficio.

Allo stesso modo, se Jarvis rileva dal termostato una temperatura o umidità elevata o riscontra che, in base alle abitudini dei componenti della casa, non sia necessario che vengano riscaldate una o più particolari zone (magari perché abbiamo deciso all’ultimo minuto di rimanere fuori fino a tardi dopo il lavoro), avverte con una notifica sul cellulare in tempo reale l’utente che può quindi decidere, ovunque esso sia, di abbassare la temperatura in maniera puntuale o più semplicemente, di delegare questa noiosa attività a Jarvis che in autonomia, con una serie di scenari “auto-magici”, può adattare i diversi ambienti e far risparmiare all’anno fino al 30%. E iniziare a riscaldare casa, solo quando stiamo concretamente rientrando. Ancora più interessante se si considera l’Ecobonus, gli sgravi fiscali prorogati dalla Legge di Stabilità.

Già si prevede che nella sua crescita, in collaborazione proprio con le aziende produttrici di oggetti ed elettrodomestici per la casa e l’ufficio, sia Jarvis ad avvisare l’utente di cosa manca, di un loro utilizzo errato, di un probabile malfunzionamento e a mettere direttamente in contatto l’utente con il giusto professionista, già disponibile per quella specifica esigenza, assistenza o riparazione (idraulici, fabbri, vetrai, falegnami, elettricisti etc.) e con altre realtà che offrono diversi servizi utili (dall’impresa di pulizie, alla baby-sitter, fino alla consegna della spesa).

Jarvis, in ambito domestico, può essere utile anche nel caso di persone anziane che vivono sole, lontane dai familiari, o per quelle abitazioni in cui sono presenti bimbi piccoli — sottolinea Luca Degli Esposti, fondatore e amministratore delegato di IOOOTA S.r.l. — Alla persona cara può essere fatto indossare un semplice braccialettino. Se dovesse sbattere a terra per un’ eventuale caduta di chi lo indossa, urtare un elemento o avvicinarsi ad un punto considerato come pericoloso, l’allarme potrebbe essere inviato in tempo reale ai parenti. Al momento — continua — abbiamo completato la certificazione della soluzione e da inizio 2018, saremo sul mercato”.

A chi è rivolto
I partner industriali individuati per distribuire Jarvis sono diversi, per citarne alcuni: le multi-utility, interessate a verificare i flussi dei consumi e ribaltare i possibili risparmi sugli utenti; le banche, così come le assicurazioni ramo casa/famiglia/azienda motivate dalla possibilità di profilare gli utenti e proporre loro servizi e polizze modulari e maggiormente convenienti; le strutture ricettive (dal BnB all’hotel, fino all’host Airbnb di turno) che possono distribuire nuovi servizi e semplificare l’esperienza quotidiana dei propri clienti; le aziende del settore telecomunicazioni interessate ad analizzare gli utilizzi di alcune tipologie di dispositivi; i produttori di oggetti (tapparelle, condizionatori, cancelli, prodotti domotici tradizionali..) e i produttori di elettrodomestici che così possono realizzare prodotti sempre qualitativamente migliori, più accattivanti e capaci di auto-analizzarsi anche da remoto.

Jarvis oltre ad imparare cosa accade e ad adattarsi, è flessibile, in evoluzione e continuamente espandibile sia per il partner industriale che per l’utente finale, che può decidere di collegare un domani nuovi prodotti che reputa interessanti e che magari trova semplicemente nel proprio centro commerciale, nella catena di distribuzione di fiducia o online.

Al momento stiamo lavorando attentamente anche sul prezzo, in modo da rendere Jarvis altamente personalizzabile ed accessibile sia ai partner industriali che agli utenti finali, ad un costo davvero molto interessante. Il messaggio che tengo a trasmettere è che in IOOOTA S.r.l., con Jarvis, vogliamo davvero rendere intelligenti gli spazi attorno a noi ed aiutare le persone a vivere meglio e a risparmiare tempo e denaro tutti i giorni. Sono sicuro che il mercato capirà presto il valore di questa soluzione. Ogni giorno lavoriamo per questo”.

Intanto, sul sito ufficiale (http://www.iooota.it) che lascia volutamente un alone di mistero, se volete rimanere aggiornati potete già lasciare il vostro indirizzo email o richiedere maggiori informazioni.

News tratta dal sito di Iooota.