i-Portunus, tre bandi rivolti ad artisti e professionisti della cultura per lavorare all'estero

i-Portunus, il progetto pilota finanziato dal programma 'Europa Creativa' che offre agli artisti e ai professionisti della cultura l’opportunità di beneficiare di un breve periodo di mobilità in un altro Paese, ha aperto tre differenti bandi.

Secondo bando per la mobilità transnazionale di compositori, musicisti e cantanti

Dopo il bando lanciato lo scorso dicembre e in chiusura a fine febbraio, è stato aperto un secondo bando per compositori, musicisti e cantanti, preferibilmente di musica classica, jazz e musica tradizionale, di età superiore ai 18 anni, aventi qualsiasi tipo di titolo di studio e livello di esperienza e residenti in uno dei Paesi ammissibili a Europa Creativa. Sarà possibile presentare, oltre alle candidature individuali, anche quelle di gruppo (fino a 5 persone). l sostegno finanziario consentirà di coprire parzialmente le spese di viaggio e sarà variabile a seconda della durata della mobilità e del Paese di destinazione. La scadenza per presentare candidature è il 15 aprile. Qui il bando.

Bando per la mobilità transnazionale di architetti

Il bando si rivolge ad architetti e professionisti attivi nel settore, di età superiore ai 18 anni, aventi qualsiasi tipo di titolo di studio e livello di esperienza e residenti in uno dei Paesi ammissibili a Europa Creativa. Oltre a candidature individuali, il bando consente anche candidature di gruppo (fino a 5 persone). La scadenza per presentare la domanda è fissata al 14 marzo. Qui è possibile scaricare il bando.

Bando per la mobilità transnazionale di artisti e professionisti del settore del patrimonio culturale

Questo bando è indirizzato ad artisti, creativi e professionisti attivi nel settore del patrimonio culturale, di età superiore ai 18 anni, aventi qualsiasi tipo di titolo di studio e livello di esperienza e residenti in uno dei Paesi ammissibili a Europa Creativa. Si richiede che la mobilità abbia preferibilmente almeno uno dei seguenti obiettivi:

- favorire collaborazioni internazionali, come ad esempio scambi di conoscenze o migliori pratiche nell’ambito di un progetto  internazionale;

- prendere parte a residenze orientate alla produzione, avendo, ad esempio, l’opportunità di svolgere ricerche sul posto e sviluppare nuove abilità;

- sviluppare competenze professionali, ad esempio, partecipando a riunioni di rete, workshop, masterclass e altre iniziative di formazione al di fuori dell'istruzione formale, come gli hub creativi.

La scadenza per presentare candidature è il 15 aprile. Qui è possibile scaricare il bando.

Ti potrebbe interessare anche: